Time OFF

Nel bel mezzo del classico Inferno Dantesco.

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Dante Alighieri è sicuramente il più famoso poeta italiano, creatore della lingua italiana e scrittore della Divina Commedia, uno dei poemi più belli di sempre, ammirata e studiata ancora tutt’oggi dopo settecento anni. 

Fiorentino doc, Dante Alighieri nacque da una famiglia di piccola nobiltà ma che gli assicurò comunque un’educazione raffinata.

Dante in esilio, Domenico Peterlini, 1860 circa, olio su tela, Galleria degli Uffizi a Firenze

Il poeta adulto si gettò nella politica di Firenze, dove regnava il caos tra potere temporale e spirituale. Schierato dalla parte dei guelfi bianchi, venne esiliato dopo la vincita della fazione nemica. E’ proprio in esilio che nasce la Commedia, nei pellegrinaggi tra una corte e l’altra.

Dante dimostra più volte l’ammirazione per i poemi lirici, dell’amor cortese e del dolce stil novo, ed in particolare per i poemi classici e omerici.

«Nel mezzo del cammin di nostra vita

mi ritrovai per una selva oscura,                         

ché la diritta via era smarrita»

Dante Alighieri, Inferno I

Forse la terzina più nota di tutte: l’inizio della Commedia che verrà poi denominata da Boccaccio “Divina”. 

La famosa selva è allegoria del peccato che avvolge Dante verso i suoi trent’anni. Tre fiere sbarrano il suo cammino, la lussuria la superbia e l’avarizia, e in suo soccorso interviene Virgilio, il grande poeta classico, la prima grande citazione classica che Dante pone all’interno della sua opera.

 Virgilio

Virgilio è autore dell’Eneide, poema che narra le vicende di Enea, progenitore dei romani, e che racchiude in sé i principali valori della società romana antica.

Dante nella Commedia ne fece la sua guida, in quanto proprio per quest’opera, celeberrima anche al suo tempo, fosse riconosciuto come uno dei più grandi autori di sempre. Tuttavia nel Medioevo le opere classiche erano lette in chiave allegorica, ossia interpretandone il messaggio riferendolo poi ai valori della cristianità e della religione.

Dettaglio di Dante e Virgilio nellopera di William-Adolphe Bouguereau, Dante e Virgilio allInferno”

Anche l’Eneide che noi tutti conosciamo quindi nel Medioevo era interpretata, ed era allegoria del viaggio dell’anima che si libera dal peccato; ma questa non fu l’unica opera di Virgilio interpretata, bensì troviamo anche le Bucoliche, un altro poemetto di Virgilio sulla campagna e il mondo agreste. La quarta ecloga di quest’opera conteneva una parte poi denominata Mito di Vergilius Magnus, in cui l’autore profetizzò l’arrivo di un “puer” (fanciullo) che avrebbe portato salvezza e prosperità a tutto il genere umano. Nel Medioevo si pensò che Virgilio alludesse alla nascita di Gesù, e per questo fu subito consacrato “profeta”, e divenne l’autore classico più amato del tempo. Probabilmente Virgilio in realtà alludeva alla nascita di un “puer” molto più vicino a lui, forse figlio del futuro imperatore. 

«Non omo, omo già fui,

e li parenti miei furon lombardi,

mantovani per patria ambedui.

Nacqui sub Julio, ancor che fosse tardi

e vissi a Roma sotto il buon Augusto,

al tempo degli dei falsi e bugiardi»

Dante Alighieri, Inferno I 67-72

Virgilio si presenta così a Dante, e da qui diventa la sua guida, colui che lo accompagnerà per tutto l’Inferno e per il Purgatorio, tra anime dannate in eterno e coloro che attendono la salvezza. Per il Paradiso la guida sarà Beatrice, l’amata di Dante, colei che lo portò ad un amore mistico nei confronti di Dio.

Il poeta classico allegoricamente raffigura la ragione umana, che prende per mano Dante dandogli forza nei momenti di sconforto e spiegandogli tutto ciò che il fiorentino incontrerà.

L’inferno si trova sotto Gerusalemme, formatosi per colpa della caduta di Lucifero, il Serafino più bello e luminoso dell’Empireo. Invidioso e superbo si ribellò a Dio, venne sconfitto dall’arcangelo Michele, cadde verso il centro della Terra, trasformandosi nel principe dei diavoli e provocando la voragine del regno dannato.

Dalla porta infernale i due letterati entrano nelle tenebre, e per primi incontrano gli Ignavi, coloro che in vita non si schierarono da nessuna parte, i più disprezzati da Dante. 

Il poeta sceglie di suddividere i peccati ispirandosi alle indicazioni di Aristotele, che li suddivide in peccati di incontinenza, che prevedono un coinvolgimento dei sensi e delle passioni (come la lussuria, accidia, pigrizia e golosità); peccati della bestialità, dettati dal male fatto sugli altri; e peccati di malizia, coloro che peccarono con piani premeditati, con l’esclusivo uso della ragione.

Dante invoca prima di tutto le muse classiche per aiutarlo a ricordare chiaramente ogni fase del percorso per trascrivere tutto nella maniera più affidabile, così da riportare tutta l’umanità nella ‘diritta via’. Una delle muse da lui invocate è sicuramente la figlia di Zeus e Mnemosine, ovvero Calliope, dea della ‘bella voce’ e della buona capacità di poetica, oltre alla madre, Mnemosine, che era la dea della memoria e della capacità di ricordare.

 Caronte

Caronte che percuote le anime ammassate sul suo traghetto; dettaglio del Giudizio Universale nella Cappella Sistina di Michelangelo

«Guai a voi, anime prave!

Non isperate mai di veder lo cielo:

ivegno per menarvi allaltra riva

ne le tenebre eterne, in caldo e n gelo.

E tu che secostì, anima viva,

pàrtiti da cotesti che son morti»

Dante Alighieri, Inferno III 84-89

Così impreca Caronte, il guardiano dell’acheronte all’inizio dell’Inferno, il fiume che tutte le anime dannate, dalla foga di sapere la sentenza sulla loro pena, si affrettano a passare.

Figura comune all’Oltretomba dei Greci, dei Romani e degli Etruschi, era tradizione che il traghettatore facesse passare le anime solamente dopo il pagamento della moneta che i familiari ponevano sotto la lingua del defunto durante la cerimonia funebre.

Il guardiano viene citato nell’Eneide di Virgilio per la prima volta al vv. 299 del libro VI e qui, lo scrittore è preciso nella descrizione delle anime disperate: elenca uomini donne, bambini, ragazze ancora vergini e ragazzi uccisi davanti agli occhi impotenti dei genitori, mentre Dante si limita ad ‘ammassi di anime’ indefiniti.

Dante parla di Caronte come un uomo anziano, con la barba folta e grigia, gli occhi ‘infuocati’, e un mantello brutto e sporco, demonio severo, ordinato e sistematico.

Il traghettatore, figlio di Erebo e Notte, si scaglia contro Dante vivo, ma la guida classica pronto lo respinge, dicendogli che il viaggio ultraterreno del toscano è voluto dalla Volontà Divina e quindi il mostro è tenuto a lasciarli passare. 

Articoli correlati

Futura Anni 70🦋

Ospiti a Talkin’Futura Il 14 marzo siamo stati ospiti del podcast di Futura Anni 70, in cui abbiamo parlato più in dettaglio di chi siamo

19 Marzo 2021

L’importanza del clima, oggi più che mai. Come ogni 19 marzo, oggi è la giornata per il clima. In tutta Italia vi sono state iniziative

Meglio Junker che l’indifferenziata

Intervista con Junker La raccolta differenziata è sicuramente una delle azioni più semplici per la salvaguardia del pianeta; differenziare responsabilmente modifica positivamente il nostro stile

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzioni di social media e per analizzare il nostro traffico. Inoltre, condividiamo le informazioni sull\'utilizzo del nostro sito con i nostri partner,pubblicità e analisi.
Cookies settings
Accetto
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie name Active

Privacy Policy

What information do we collect?

We collect information from you when you register on our site or place an order. When ordering or registering on our site, as appropriate, you may be asked to enter your: name, e-mail address or mailing address.

What do we use your information for?

Any of the information we collect from you may be used in one of the following ways: To personalize your experience (your information helps us to better respond to your individual needs) To improve our website (we continually strive to improve our website offerings based on the information and feedback we receive from you) To improve customer service (your information helps us to more effectively respond to your customer service requests and support needs) To process transactions Your information, whether public or private, will not be sold, exchanged, transferred, or given to any other company for any reason whatsoever, without your consent, other than for the express purpose of delivering the purchased product or service requested. To administer a contest, promotion, survey or other site feature To send periodic emails The email address you provide for order processing, will only be used to send you information and updates pertaining to your order.

How do we protect your information?

We implement a variety of security measures to maintain the safety of your personal information when you place an order or enter, submit, or access your personal information. We offer the use of a secure server. All supplied sensitive/credit information is transmitted via Secure Socket Layer (SSL) technology and then encrypted into our Payment gateway providers database only to be accessible by those authorized with special access rights to such systems, and are required to?keep the information confidential. After a transaction, your private information (credit cards, social security numbers, financials, etc.) will not be kept on file for more than 60 days.

Do we use cookies?

Yes (Cookies are small files that a site or its service provider transfers to your computers hard drive through your Web browser (if you allow) that enables the sites or service providers systems to recognize your browser and capture and remember certain information We use cookies to help us remember and process the items in your shopping cart, understand and save your preferences for future visits, keep track of advertisements and compile aggregate data about site traffic and site interaction so that we can offer better site experiences and tools in the future. We may contract with third-party service providers to assist us in better understanding our site visitors. These service providers are not permitted to use the information collected on our behalf except to help us conduct and improve our business. If you prefer, you can choose to have your computer warn you each time a cookie is being sent, or you can choose to turn off all cookies via your browser settings. Like most websites, if you turn your cookies off, some of our services may not function properly. However, you can still place orders by contacting customer service. Google Analytics We use Google Analytics on our sites for anonymous reporting of site usage and for advertising on the site. If you would like to opt-out of Google Analytics monitoring your behaviour on our sites please use this link (https://tools.google.com/dlpage/gaoptout/)

Do we disclose any information to outside parties?

We do not sell, trade, or otherwise transfer to outside parties your personally identifiable information. This does not include trusted third parties who assist us in operating our website, conducting our business, or servicing you, so long as those parties agree to keep this information confidential. We may also release your information when we believe release is appropriate to comply with the law, enforce our site policies, or protect ours or others rights, property, or safety. However, non-personally identifiable visitor information may be provided to other parties for marketing, advertising, or other uses.

Registration

The minimum information we need to register you is your name, email address and a password. We will ask you more questions for different services, including sales promotions. Unless we say otherwise, you have to answer all the registration questions. We may also ask some other, voluntary questions during registration for certain services (for example, professional networks) so we can gain a clearer understanding of who you are. This also allows us to personalise services for you. To assist us in our marketing, in addition to the data that you provide to us if you register, we may also obtain data from trusted third parties to help us understand what you might be interested in. This ‘profiling’ information is produced from a variety of sources, including publicly available data (such as the electoral roll) or from sources such as surveys and polls where you have given your permission for your data to be shared. You can choose not to have such data shared with the Guardian from these sources by logging into your account and changing the settings in the privacy section. After you have registered, and with your permission, we may send you emails we think may interest you. Newsletters may be personalised based on what you have been reading on theguardian.com. At any time you can decide not to receive these emails and will be able to ‘unsubscribe’. Logging in using social networking credentials If you log-in to our sites using a Facebook log-in, you are granting permission to Facebook to share your user details with us. This will include your name, email address, date of birth and location which will then be used to form a Guardian identity. You can also use your picture from Facebook as part of your profile. This will also allow us and Facebook to share your, networks, user ID and any other information you choose to share according to your Facebook account settings. If you remove the Guardian app from your Facebook settings, we will no longer have access to this information. If you log-in to our sites using a Google log-in, you grant permission to Google to share your user details with us. This will include your name, email address, date of birth, sex and location which we will then use to form a Guardian identity. You may use your picture from Google as part of your profile. This also allows us to share your networks, user ID and any other information you choose to share according to your Google account settings. If you remove the Guardian from your Google settings, we will no longer have access to this information. If you log-in to our sites using a twitter log-in, we receive your avatar (the small picture that appears next to your tweets) and twitter username.

Children’s Online Privacy Protection Act Compliance

We are in compliance with the requirements of COPPA (Childrens Online Privacy Protection Act), we do not collect any information from anyone under 13 years of age. Our website, products and services are all directed to people who are at least 13 years old or older.

Updating your personal information

We offer a ‘My details’ page (also known as Dashboard), where you can update your personal information at any time, and change your marketing preferences. You can get to this page from most pages on the site – simply click on the ‘My details’ link at the top of the screen when you are signed in.

Online Privacy Policy Only

This online privacy policy applies only to information collected through our website and not to information collected offline.

Your Consent

By using our site, you consent to our privacy policy.

Changes to our Privacy Policy

If we decide to change our privacy policy, we will post those changes on this page.
Save settings
Cookies settings